Amputazione

Amputazione

Un grande timore per i pazienti affetti da diabete in stadio avanzato è l’amputazione di un piede. Diversi studi dimostrano che l’amputazione è una paura maggiore della morte. Dal punto di vista del paziente, è quindi fondamentale salvare la maggiore porzione possibile dell’arto, per migliorare la qualità della vita e, allo stesso tempo, evitare costosi e difficili secondi interventi. Inoltre, è importante evitare riamputazioni costose e complesse. Di conseguenza, la decisione clinica di amputare e a quale livello, dovrebbe sempre essere supportata da dati oggettivi. Attualmente, il metodo migliore, dotato di maggior supporto clinico, è quello di effettuare una mappatura completa dell’ossigeno transcutaneo dell’arto inferiore (tcpO2 o TCOM), preferibilmente in combinazione con una provocazione.

  • L’amputazione di un arto inferiore è la più grande paura tra i pazienti con diabete.
  • Preservando il più possibile, limitandosi a un’amputazione sotto il ginocchio o trans-metatarsale, le probabilità che il paziente cammini aumentano.
  • Le riamputazioni sono da evitare sia a causa dell’aumento dei costi sia per i rischi e lo stress per il paziente.
  • La mancata guarigione dopo un’amputazione è spesso dovuta a insufficiente perfusione.
  • La tcpO2 permette di ottenere una mappatura oggettiva della perfusione dell’arto inferiore, utile per determinare il livello ideale di amputazione.

Compilare il modulo per ottenere maggiori informazioni

0 + 6 = ?

Disclaimer: è possibile che non tutti i prodotti presenti sul sito Web di Perimed siano in vendita in tutti i mercati.