PeriFlux 5000

Laser Doppler

PeriFlux System 5000

Il sistema è composto da unità principali e unità funzionali. Possono essere collegate diverse unità principali, ciascuna dotata di quattro unità funzionali per ottenere il numero desiderato di canali.
Il design modulare consente il monitoraggio simultaneo del flusso ematico/perfusione (laser Doppler) e dell’ossigeno transcutaneo (TCOM, tcpO2) e/o dell’anidride carbonica. Sono inoltre disponibili moduli-funzione per il riscaldamento locale e il controllo della pressione così come anche una vasta gamma di sonde laser Doppler.

In combinazione con il software dedicato di Perimed, il sistema offre soluzioni complete e personalizzate per l’esecuzione di lavori sicuri, fluidi e semplici finalizzati allo studio della microcircolazione.

PF 5010 – Unità LDPM

PF 5010 – L’unità LDPM (monitoraggio laser Doppler della perfusione) è utilizzata per le misurazioni della perfusione ematica basate sulla tecnologia laser Doppler. Laser Doppler misura il flusso microvascolare locale totale, incluso capillari, arteriole, venule e shunt. Si utilizza una sonda laser Doppler per unità.
Con la nostra unità PF 5010 – LDPM è possibile seguire da vicino i cambiamenti dinamici nella microcircolazione. Si possono osservare pulsazioni sincrone cardiache e persino incisure dicrote. Il sistema è anche utile per studiare le risposte a provocazioni quali il riscaldamento, l’occlusione, i farmaci, la postura, la stimolazione elettrica e altro.

PF 5020 – Unità di temperatura

PF 5020 – L’unità di temperatura viene utilizzata per eseguire induzione di riscaldamento locale e/o misurazioni della temperatura.
PF 5020 – L’unità di temperatura ha due connettori per la sonda termostatica laser Doppler laser e/o per i sensori di misurazione della temperatura.

Le sonde termostatiche laser Doppler consentono un riscaldamento preciso del tessuto nel sito di misurazione. Questo può, ad esempio, essere utile per studiare la capacità della riserva tissutale.

PF 5040 – Unità tcpO2/tcpCO2

L’unità PF 5040 tcpO2/tcpCO2 misura l’ossigenazione tissutale locale o la tensione locale di anidride carbonica. L’ossigeno deriva solo dalla perfusione capillare locale (nutritiva) del sangue. Il livello di biossido di carbonio è influenzato sia dai processi metabolici locali sia dalla capacità della perfusione ematica di rimuovere il biossido di carbonio. Viene utilizzato un elettrodo di tipo Clarke per unità.

PF 5050 – Unità di pressione

PF 5050 – L’unità di pressione viene utilizzata per controllare lo sgonfiaggio lineare o istantaneo della pressione del manicotto. È stato sviluppato per semplificare e standardizzare test quali le misurazioni della pressione periferica (pressione all’alluce e alla caviglia), la pressione di perfusione cutanea (SPP) e l’iperemia reattiva post-occlusiva (PORH). PF 5050 – L’unità di pressione può anche essere utilizzata per monitorare la pressione del manicotto con una precisione sufficiente per le registrazioni del volume degli impulsi (PVR).

WordPress Lightbox Plugin