Ulcere del piede diabetico (DFU)

La presenza di ulcera del piede diabetico (DFU) aumenta notevolmente il rischio di amputazione, di malattia cardiovascolare (CVD) e di morte prematura. Le ragioni sono una maggiore presenza di neuropatia, immunopatia, problemi metabolici e una forma più estesa e aggressiva della malattia arteriosa periferica. La diagnosi precoce è cruciale se si vuole salvare l’arto. È i improbabile che segni classici come la claudicatio, il dolore di riposo o un basso indice caviglia-brachiale (ABI) siano presenti in questa popolazione di pazienti. La classificazione WIfI è invece il metodo sicuramente più adatto per valutare e giudicare una DFU non tendente alla guarigione1.

L’ischemia in questi pazienti viene valutata al meglio con pressione all’alluce, tcpO2 o una combinazione di entrambi per ottenere una valutazione completa della perfusione.

  • La DFU aumenta il rischio di amputazione, CVD e persino morte.
  • La DFU è diversa da un’ulcera puramente ischemica e deve essere trattata in modo diverso.
  • “Time is tissue” (“il tempo è tessuto”), quindi la diagnosi precoce con pressione all’alluce e tcpO2 è fondamentale.
Less oxygen close to the wound edited
Bibliografia

Bibliografia

  • IDF Clinical Practice Recommendations on the Diabetic Foot 2017, International Diabetes Federation.    
Chiudi (bibliografia)
WordPress Lightbox Plugin